• Scioglimento di una sola Camera?

    parlamentoOgnuno di noi dovrebbe studiare e ripassare il testo della Costituzione italiana (a mio parere il più bel “libro” che sia mai stato scritto).

    Dati i recenti avvenimenti politici, la mia attenzione vuole oggi necessariamente soffermarsi sull’art. 88 Cost. il quale recita testualmente “Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse. (…)”.

    Pare pertanto che, almeno formalmente, sia possibile lo scioglimento anticipato di una sola Camera.

    Dobbiamo però ricordare che tale disposizione venne in realtà prevista dal Costituente esclusivamente per motivi tecnici, in quanto in origine la durata della Camera e del Senato era diversa: cinque anni per la prima e sei anni per il secondo.

    Con legge costituzionale n. 2 del 1963, venne successivamente equiparata la durata delle due camere (cinque anni per entrambe), senza però  che venisse modificato il citato articolo 88 il quale, come anzidetto, prevede tuttora che possa sciogliersi una sola delle Camere.

    Ora, considerato che il Costituente non ha previsto lo scioglimento di una sola Camera per motivi politici, ritengo che l’ipotesi di sciogliere solo una delle camere perché in quel ramo del Parlamento il Governo non ha più la maggioranza sarebbe  costituzionalmente scorretta.