Legittimo disporre il rientro del minore dalla mamma senza procedere all’ascolto del bimbo in tenerà età

Cassazione Civile, sez. I, 23 gennaio 2013, n. 1527 E’ legittimo disporre il rientro del minore in Germania presso la madre, senza procedere all’ascolto del bimbo in tenera età; infatti, non è contrario alla convenzione de l’Aja il decreto del Tribunale dei Minori che dispone il rientro in Germania del minore, dove già aveva la residenza abituale. L’accertamento circa il

Continua a leggere

IL GENITORE RICOVERATO IN UNA COMUNITA’ PER IL RECUPERO DALLA TOSSICODIPENDENZA DEVE MANTENERE IL FIGLIO? SENTENZA DEL TRIBUNALE DI BERGAMO

Tribunale di Bergamo – sentenza n. 1272/2010 Padre tossicodipendente ricoverato presso una comunità di recupero. La figlia minore viene quindi affidata in via esclusiva alla madre con assegnazione della casa coniugale alla stessa. Il Tribunale di Bergamo ha comunque stabilito l’obbligo per il padre di versare alla madre l’importo di 120 euro mensili quale contributo al mantenimento della figlia. Il

Continua a leggere

Divorzio breve…a breve?

Il 28 marzo la Commissione Affari Costituzionale della Camera dei Deputati ha approvato la proposta di parere favorevole avanzata dal presidente e relatore on. Bertolini sul testo unificato C. 749 recante disposizioni in materia di separazione giudiziale tra coniugi. La proposta di legge ha l’obbiettivo di ridurre, in assenza di figli minorenni, da tre anni ad uno il periodo di

Continua a leggere

Condominio: solo le spese urgenti sono rimborsabili

Un condomino fa riparare il lastrico solare e, a lavori ultimati, chiede poi agli altri condomini le somme rispettivamente dovute pro quota, il quali si rifiutano di provvedere al pagamento di quanto richiesto. Con sentenza n. 4330/2012 la Cassazione si è pronunciata al riguardo, ricordando che, ai sensi dell’art. 1134 cod. civ., il condomino che ha fatto spese per le

Continua a leggere

Stalking: non è necessario provare i danni medici subiti

Una donna aveva ricevuto per ben 4 mesi circa 100 chiamate al giorno dalla moglie del suo collega. Ovviamente tutto ciò aveva causato nella povera vittima ansia, malessere e stress. La Cassazione, con sentenza n. 40105/2011, ha affermato che che  se da una parte è ovvio che “la misura cautelare non può essere invocata le volte in cui le molestie

Continua a leggere

Hai vinto al Superenalotto? E adesso mantieni l’ex moglie anche se sei gravemente malato e non puoi lavorare

Il caso riguarda un signore separato che vinse al superenalotto per due miliardi delle vecchie lire. Tale inaspettata e clamorosa vincita al ‘Superenalotto’ può giustificare, secondo quanto dichiarato dalla Cassazione con sentenza n. 3914/2012,  la conservazione del contributo al mantenimento a favore dell’ex moglie. E ciò anche se il fortunato vincitore è gravemente malato e non può lavorare. Ecco il

Continua a leggere

Adozioni internazionali: ecco come i genitori adottivi con reddito inferiore ai 70mila euro annui possono chiedere il rimborso delle spese sostenute

Il 28 febbraio 2012 sono stati pubblicati due importantissimi decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di adozioni internazionali. Con il primo decreto (datato 4 agosto 2011) è stato concesso il rimborso delle spese sostenute, ai genitori adottivi con reddito inferiore ai 70mila euro, che abbiano concluso un procedimento di adozione o affidamento pre-adottivo di uno o più

Continua a leggere

ABROGAZIONE TARIFFE FORENSI: IL GIUDICE PUO’ FA RIFERIMENTO AI PRECEDENTI STANDARDS LIQUIDATIVI E ALLA NOTA SPESE DEPOSITATA DALL’AVVOCATO

Come ormai noto, l’art. 9 del D.L. 1/2012 ha abrogato le tariffe forensi. Comprensibile lo sconforto iniziale della categoria che  si è sentita per un attimo smarrita di fronte ad un simile provvedimento legislativo. Al riguardo merita di essere menzionata la sentenza resa in data 3.2.2012 dal Tribunale di Varese, il quale ha così statuito: “L’abrogazione delle tariffe forensi, ai

Continua a leggere

E’ legittimo il licenziamento del dipendente durante il periodo di prova anche se non è fornita motivazione

La giurisprudenza di legittimità è costante nel ritenere la legittimità del licenziamento del lavoratore in prova senza alcun motivo, salvo che il dipendente, che abbia eccepito la nullità del licenziamento in sede giurisdizionale, non provi il positivo superamento dell’esperimento ed il fatto che il recesso del datore è imputabile ad un motivo illecito estraneo a tale causa. Si veda, ad

Continua a leggere

Multe: facciamo chiarezza sull’obbligo di comunicazione dei dati a carico del proprietario dell’auto

di Eleonora Bonaccorsi (Praticante Avvocato – Foro di Catania) Il secondo comma dell’art. 126 bis del C.d.S., per le violazioni del codice della strada per le quali è prevista la decurtazione punti della patente,  dispone che se il conducente del veicolo non è stato identificato, “il proprietario del veicolo, ovvero altro obbligato in solido ai sensi dell’articolo 196, deve fornire

Continua a leggere
1 2 3