Famiglia di fatto: alcune delle domande più frequenti dei conviventi

Pubblico di seguito alcune delle domande più frequenti che mi vengono poste in materia di famiglia di fatto. Le coppie di fatto possono regolare i loro rapporti tramite convenzioni? La risposta è certamente positiva. I conviventi possono regolare i loro rapporti patrimoniali tramite contratti. Tali contratti possono avere ad oggetto sia la regolamentazione del periodo della convivenza, sia la regolamentazione

Continua a leggere

Adozione da parte del single: ecco i casi in cui è possibile

La legislazione nazionale riconosce l’adozione di bambini da parte di singles soltanto nei “CASI PARTICOLARI” specificamente indicati nella Legge n. 184 del 1983 (Diritto del minore ad una famiglia). Vediamoli insieme. L’art. 44 della citata legge consente innanzitutto l’adozione da parte di singles nei seguenti casi: Quando il richiedente sia unito al minore da un vincolo di parentela fino al

Continua a leggere

Affidamento ad un solo genitore se l’altro si disinteressa del figlio: affidamento condiviso derogato dai Tribunali

Come ormai noto a tutti (giuristi e non giuristi), a seguito della Legge n. 56/2006,è stato introdotto il c.d. principio di bi-genitorialità: in caso di separazione dei coniugi, i figli vengono quindi affidati in via condivisa ad entrambi i genitori. Ma che cosa significa esattamente il termine affidamento condiviso? Significa, per l’appunto, che la potestà viene esercitata da entrambi i

Continua a leggere

Quando la coppia di fatto “scoppia”: la fine della convivenza senza matrimonio

Il nostro ordinamento giuridico non fornisce specifica disciplina giuridica né con riferimento ai rapporti della coppia di fatto, né con riferimento alla rottura dell’unione di fatto. Che cosa succede nel caso in cui la coppia di fatto “scoppi”?   A cosa vanno incontro i conviventi che decidono di separarsi? Si deve innanzitutto tener presente che l’ex convivente, benché sprovvisto di adeguati

Continua a leggere

Maltrattamenti in famiglia: in caso di maltrattamenti ai danni della madre, anche i figli sono da considerarsi vittime

Sono soggetti passivi del delitto di maltrattamenti in famiglia previsto dall’art. 572 del codice penale anche i figli minori  nel caso in cui le vessazioni continue (ingiurie, percosse, minacce lievi,atti di umiliazione generici) siano rivolte principalmente alla loro madre. La Corte di Cassazione ha infatti di recente statuito che “Lo stato di sofferenza e di umiliazione delle vittime non deve

Continua a leggere

Separazione tra coniugi: come si determina l’assegno di mantenimento

L’art. 156 cod. civ. prevede che condizione essenziale per il sorgere del diritto al mantenimento in favore del coniuge cui non sia addebitabile la separazione è che questi sia privo di adeguati redditi propri, ossia di redditi che gli consentano di mantenere un tenore di vita analogo a quello goduto in costanza di matrimonio, nonché sussista una disparità economica tra

Continua a leggere

Adozione di minorenni: obbligo di assistenza legale nella procedura di adottabilità

La Legge n. 149/2001, che ha riformato la Legge n. 184/1983, ha previsto che fin dall’atto di apertura della procedura per la dichiarazione di adottabilità, i genitori ed i parenti del minore che abbiano mantenuto rapporti significativi con quest’ultimo siano invitati dal Presidente del Tribunale per i Minorenni a nominare un difensore, con l’avvertimento che nel caso non vi provvedano

Continua a leggere

La Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia

Lo sanno bene gli utenti di Facebook: si sta per concludere la settimana dei diritti dell’infanzia. E’ incredibile come, grazie al passaparola, la campagna lanciata su Facebook abbia trovato largo successo. La notizia è stata riportata anche da diversi giornali nazionali on line, quali  Il Corriere della Sera. Persino il motore di ricerca Google ha pensato bene di modificare il proprio

Continua a leggere

Il diritto dei minori a frequentare i nonni

La Giurisprudenza di merito è univoca nel negare che i nonni siano titolari di un diritto pieno ed azionabile nei confronti dei genitori ad intrattenere rapporti stabili con i minori. Tuttavia si ritiene costantemente che sussista l’obbligo dei genitori di salvaguardare l’interesse del minore a non essere privato nel suo percorso di crescita e formazione dell’apporto e della frequentazione degli

Continua a leggere

La proposta di riforma dello status di figlio naturale

In data 29 ottobre 2010, il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge delega volto ad equiparare pienamente i figli naturali (ovvero nati fuori dal matrimonio) ai figli legittimi. Al riguardo è opportuno ricordare che, ad oggi, la parentela naturale è giuridicamente rilevante soltanto in talune ipotesi specificamente previste dalla legge. Più precisamente, ad oggi, i figli naturali

Continua a leggere