INTIMAZIONE DI SFRATTO – QUANDO L’INQUILINO NON PAGA L’AFFITTO

La crisi economica dell’ultimo periodo ha certamente accentuato il “problema sfratti”. In due anni le richieste di sfratto presso il Tribunale di Bergamo sono aumentate del 60%. La notizia è stata riportata pochi giorni fa sull’Eco di Bergamo on line. Ecco  come si procede in caso di  mancato pagamento dei canoni di locazione: 1) il Legale predispone innanzitutto una lettera

Continua a leggere

Famiglia di fatto: alcune delle domande più frequenti dei conviventi

Pubblico di seguito alcune delle domande più frequenti che mi vengono poste in materia di famiglia di fatto. Le coppie di fatto possono regolare i loro rapporti tramite convenzioni? La risposta è certamente positiva. I conviventi possono regolare i loro rapporti patrimoniali tramite contratti. Tali contratti possono avere ad oggetto sia la regolamentazione del periodo della convivenza, sia la regolamentazione

Continua a leggere

Quando gli avvocati sbagliano: la responsabilità professionale dell’avvocato

Il difensore munito di procura alle liti è soggetto a quelle medesime obbligazioni che fanno carico a qualsiasi altro mandatario. Fra dette obbligazioni occorre menzionare quelle imposte dagli artt. 1712 cod. civ. (comunicazione dell’eseguito mandato) e 1713 (obbligo di rendiconto). Occorre peraltro ricordare che la responsabilità del professionista deve essere valutata secondo il parametro della diligenza fissato dall’art. 1176 cod.

Continua a leggere

Separazione dei coniugi: quali sono le spese straordinarie

Nel decreto di omologa e nella sentenza di separazione, si stabilisce in genere che il coniuge non affidatario o “non collocatario” sia obbligato a corrispondere all’altro coniuge una somma mensile a titolo di contributo al mantenimento del figlio, nonché il 50% delle spese straordinarie che dovessero essere eventualmente affrontate sempre nell’interesse del figlio. Comprendere con precisione quali siano le “spese

Continua a leggere

Interessante sentenza della Corte di Cassazione: in caso di danni estetici, niente risarcimento se la cicatrice non incide sull’attività lavorativa

Il caso sottoposto all’esame della Corte di Cassazione, riguardava un incidente stradale, a seguito del quale la vittima aveva richiesto il risarcimento del danno estetico, indipendente da quello biologico. Ebbene la Suprema Corte, con sentenza n. 21012 del 12 ottobre 2010, ha  ribadito che “in tema di risarcimento del danno alla persona, i postumi di carattere estetico, in quanto incidenti

Continua a leggere

Ancora troppe buche sull’asfalto. Responsabilità del Comune

Questa è una delle notizie in prima pagina dell’Eco di Bergamo on line: le strade della Bergamasca sono invase dalle buche (probabilmente anche a causa delle abbondanti piogge dell’ultimo periodo). Si tratta, è evidente, di una possibile situazione di pericolo per i cittadini, soprattutto per i cittadini che viaggiano in bicicletta o in moto. Come ho già detto qui, nel

Continua a leggere

Bergamo e Provincia – Recupero crediti: il piano di rientro dei debiti. Transazione semplice e transazione novativa

Possono tirare un sospiro di sollievo i dirigenti ed i dipendenti di un noto Gruppo societario della provincia di Bergamo. Leggo testualmente su  l’Eco di Bergamo on line “Dopo mesi di gravi tensioni, con lo spauracchio del pignoramento e della vendita dei macchinari a fronte di un debito di oltre 6 milioni di euro, il gruppo di Cortenuova è riuscito

Continua a leggere

Parliamo ancora di domiciliazioni. L’avvocato domiciliatario che non comunica al nuovo difensore la notifica di una sentenza è tenuto a risarcire i danni

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che, con sentenza n. 21589/2009, ha affermato che “nel caso in cui la parte abbia nominato un altro difensore in sostituzione di quello precedente presso il quale essa aveva eletto il proprio domicilio, quest’ultimo è tenuto a comunicare al nuovo difensore gli atti in relazione ai quali il domicilio era stato eletto, rientrando

Continua a leggere

Recupero Crediti: la lettera di costituzione in mora, meglio conosciuta come diffida legale

Con il termine “mora” si intende indicare il ritardo di un soggetto nell’adempimento di un’obbligazione. La lettera di costituzione in mora è quindi una richiesta scritta rivolta al debitore con cui si intima il pagamento dovuto. Dalla costituzione in mora, derivano alcuni effetti previsti dalla legge: 1)      Il debitore sarà tenuto al pagamento anche degli interessi legali che ogni anno

Continua a leggere

Infiltrazioni d’acqua dalla terrazza / lastrico solare: i danni vanno ripartiti tra tutti i condomini ai sensi dell’art. 1226 cod. civ.

Con sentenza n. 9084 del 15.4.2010 la Corte di Legittimità ha ribadito quanto già più volte affermato: poiché il lastrico solare dell’edificio (soggetto al regime del condominio) svolge la funzione di copertura del fabbricato anche se appartiene in proprietà superficiaria o se è attribuito in uso esclusivo ad uno dei condomini, tutti i condomini, sono tenuti all’obbligo di provvedere alla

Continua a leggere
1 2 3